Analisi di materialità

L’analisi di materialità può essere descritta come il punto di incontro tra le esigenze delle aziende che vogliono realmente intraprendere un percorso verso la sostenibilità ed i propri stakeholder.

Si tratta del reale punto di partenza per la pianificazione strategica aziendale e si concretizza in un’analisi precisa orientata a specifici temi ritenuti importanti dalla direzione aziendale e proposti ai propri stakeholder. Il risultato di un’analisi di materialità sono alla base di programmi sviluppo di una strategia aziendale vincente.

Come si effettua un’analisi di materialità

L’analisi di materialità parte da una chiara visione da parte della direzione aziendale, la quale individua specifici temi che impattano significativamente all’interno delle proprie strategie e/o semplicemente individua quali sono gli interessi attuali delle proprie parti interessate.

Gli stakeholders individuati saranno quindi coinvolti in modo attivo attraverso uno stakeholder engagement, volto a misurare l’interesse verso i temi descritti. Queste fasi portano alla definizione di temi materiali che definiscono in maniera oggettiva le priorità con cui questi temi andrebbero affrontati e rendicontati. L’output dell’analisi è la Matrice di Materialità che sintetizza, sia graficamente che documentalmente, i temi prioritari risultanti dall’incrocio di priorità aziendali e quelle delle parti interessate.

La difficoltà maggiore che si incontra nel redigere un’analisi di questo tipo è quella di auto-referenziare l’indagine, in altre parole quella di dare priorità ai soli temi ritenuti importanti da parte della direzione. Un’analisi di materialità di successo considera le esigenze proprie dell’azienda, delle parti interessate interne e di quelle esterne ed inoltre tende a differenziare in maniera equa i temi secondo le tematiche della sostenibilità. Questo motivo, unito ad altre considerazioni di carattere organizzativo e legato alle competenze, sono la principale motivazione che spinge le aziende ad essere supportate da personale esterno qualificato, il quale otre ad un valore aggiunto in termini di supporto, fornisce un quadro oggettivo sul percorso e soprattutto sui dati raccolti dal processo di stakeholder engagement.

I vantaggi di un’analisi di materialità

L’analisi di materialità viene richiesta e sviluppata da quelle aziende che vogliono investire in modo efficace in un percorso di sostenibilità sia interna che verso le parti interessate con le quali collaborano.

Rappresenta un importante indagine che aiuta a calibrare risorse, tempistiche ed investimenti.

L’analisi di materialità infatti stabilisce, attraverso una mappatura oggettiva di specifici temi materiali, quali sono le priorità, i vantaggi e anche i rischi di un investimento non necessario.

Tra i vantaggi più chiari e diretti possiamo annoverare:

  • L’analisi di materialità rappresenta uno strumento di definizione dei propri obiettivi di medio-lungo termine
  • L’analisi di materialità rappresenta una base per la redazione di un bilancio di sostenibilità aziendale
  • L’analisi di materialità identifica le esigenze e le aspettative delle parti interessate ma attraverso un processo diretto di stakeholder engagement
  • L’analisi di materialità rafforza la collaborazione con clienti e fornitori, stabilendo un percorso condiviso e quindi più sostenibile nel tempo
  • L’analisi di materialità identifica nuove tendenze del mercato in quanto coinvolge l’intero asset aziendale, sia interno che esterno
  • L’analisi di materialità è uno strumento fondamentale per un corretto orientamento gli investimenti

Un’analisi di materialità quindi, se realizzata in maniera corretta, aiuta le aziende anche ad ottenere vantaggi economici rispetto ai propri competitor ed ad analizzare in anticipo i trend di mercato.

Confrontati con un nostro consulente inviando la tua richiesta, ti ricontatteremo il prima possibile.

Inviaci la tua richiesta, un nostro consulente ti contatterà il prima possibile.

Contatta un nostro consulente